7d7efe28f1204d038ddd3dac5e834c2f-1

Scoperta basilica-paleocristiana-a Torino sotto la sede della Lavazza

Incredibile,negli scavi per il nuovo quartier generale della Lavazza,un ritrovamento che ha rischiato di fermare i lavori,i resti di una basilica paleocristiana.Dopo mesi di trattative tra il comune di Torino ,la Sovrintendenza dei Beni Archeologici,e la Lavazza si è travata una soluzione per non fermare il cantiere e per conservare e valorizzare al meglio la scoperta,i reperti della basilica, emersi durante gli scavi,prevede di renderli accessibili al pubblico a lavori ultimati e sarà inaugurata la nuova sede Lavazza.
“Si tratta di un ritrovamento eccezionale per Torino, rinvenuto oltre tutto a 800 metri dal centro della città”, dice la sovrintendente Egle Micheletto. La parte più antica è una necropoli che risale al III secondo secolo dopo Cristo, mentre nel IV nella stessa area si sono edificati piccoli mausolei dedicati a personaggi già cristiani: su uno di questi si è eretta poi la basilica paleocristinata “scoperta” ora tra via Ancona e corso Palermo, che doveva ospitare le sepolture più importanti. “A Torino c’è poca documentazione su quell’epoca e sono pochi i ritrovamenti di resti paleocristiani  –  sottolinea la sovrintendente Micheletto  –  questo è il terzo nucleo di quel periodo riscontrato a Torino. Gli altri sono il complesso dei tre edifici religiosi nell’area del Duomo e quello delle chiese dedicate ai santi Solutore, Avventore e Ottavio, nell’area della Cittadella”.